Get a site
sociologie

REFF: oltre il libro, oltre l’ebook

Mentre ci si chiede se sono finalmente giunti i tempi dell’affermazione dell’ebook, della prima grande ondata di vendite di ebook reader, con editori che si rincorrono nella conversione digitale dei propri cataloghi; mentre ancora ci si interroga se l’ebook è il barbaro nemico dei libri o solo un modo nuovo per incontrare nuovi lettori, c’è chi semplicemente – come con la disinvoltura di un artista – immagina e poi rende concreto un progetto editoriale sperimentale in cui il libro diventa oggetto in cui convivono in perfetta sintonia carta, digitale e rete.

the REFF (RomaEuropa FakeFactory) è un libro edito da DeriveApprodi & FakePress, ma REEF è anche “un’azione politica sulla proprietà intellettuale portata al centro del mondo dell’arte contemporanea e digitale. Nell’anno della (ri)scoperta dell’ebook, sospesa tra esaltazione mediatica, scarsa creatività e grandi appetiti commerciali, REFF è un esperimento unico che si propone di pensare una nuova editoria possibile integrando nell’oggetto/libro il piacere della carta e le infinite possibilità della rete.”

“Con scritti, immagini e video, il libro – con la prefazione di Bruce Sterling e Joel de Rosnay – ricostruisce la storia di questa azione attraverso le opere e i contributi della vasta rete di artisti, intellettuali, docenti universitari, curatori, giornalisti, giuristi, attivisti e partner di fama internazionale che da tutto il mondo hanno supportato l’operazione. Tra questi: Richard Barbrook, Jasmina Te.anovi., Andy Cameron, Stephen Kovats, Massimo Canevacci Ribeiro, Antonio Caronia, Mike Bonanno – The Yes Men e molti altri. Una raccolta di saggi e contributi che esprime l’attualita dell’intenso dibattito su arte digitale e diritto d’autore, affrontando temi che spaziano dall’etica hacker all’attivismo politico e tecnologico, dal copyright, all’accesso alla cultura e alla conoscenza, dal crowdsourcing ai modelli open source.”

Comments are closed.

Powered by: Wordpress